Chintsa-Butterworth 87 km ( 1550 metri di dislivello )

IMG_6594.JPG

IMG_6593.JPG

Apriamo l’articolo di oggi con delle belle facce: Waine (ex farmacista con cui abbiamo grigliato ieri l’altro sera) e Lisa con il suo compagno Charlie (simpatica famiglia allargata con due bambini dolcissimi Talia e Gabriel, che hanno voluto cenare con noi rallegrandoci e coccolandoci con domande curiose).
Perche cominciamo con loro?
Perche ci hanno regalato un altro simpatico risveglio sudafricano.
Waine si e alzato presto per regalarci una simpatica torcia/fischietto/moschettone e Lisa con Charlie si sono svegliati alle 7 per prepararci a sorpresa un cappuccino!!
Si, si,si un vero, incredibile, schiumoso,zuccheroso, lattoso, amoroso, prezioso CAPPUCCINO.
Sapevamo che avremmo avuto una carica superiore grazie a questi doni ed infatti arriviamo a Butterworth in un batti baleno e con le gambe in perfetta forma dopo aver affrontato ben 87 km con 1550 metri di dislivello!!!!!
Lasciamo la costa, la cosa non ci piace affatto, ma le strade sono inaccessibili alle biciclette, impraticabili.
(Ci avevano detto che la strada per Butterworth sarebbe stata tranquilla ma non ci avevano preparato al dislivello, ci avevano preparato al panorama stupendo ed avevano ragione!!)
In alcuni tratti il verde ha dei riflessi spettacolari ed il sole a picco rende tutto più colorato ed intenso, bellissimo.
Saliamo e scendiamo a ritmo serrato ed in vetta ci concediamo il nostro super cuscus homemade farcito con tutto cio con cui si puo farcire un cuscus.

IMG_6613.JPG

Ripartiamo ed in poco capiamo che la Wild Coast…é davvero Wild!!
Se si chiama così, il motivo c’e e si vede.
Gia dall’entrata in città capiamo che nessuno ai alzerà domattina per farci doni utilissimi né tantomeno per prepararci un cappuccino schiumoso.
Un’altro mondo che non é Africa! É Wild Coast!Fa stato a parte, a detta di tutti i sud africani.
Cambia la solfa, cosa facciamo? Cambiamo solfa anche noi.
Non girovaghiamo troppo ed il primo hotel (camping non esistono) lo facciamo nostro.
Un giro veloce in centro e beh, un bel cambiamento, repentino ma tranquillo.
Ci “vestiamo” da bravi turisti coscienziosi, non ci attardiamo a giro e torniamo quasi subito in hotel.
Vi salutiamo da una hall di albergo dove una simpatica receptionist prova a capire le domande di Filippo che apparentemente sembrano normali, ma che per lei sono motivo di inspiegabile comicità.
Vi salutiamo così..godendoci questo momento di simpatica combinazione: Filippo “il buffo turista arrivato con un caschetto ed una bici in una hall”
Vs
La receptionist dal nome impronunciabile che ride ad ogni domanda seria di Filippo senza riuscire a rispondere neanche a mezza

…vi lascio immaginare le facce di Filippo..di conseguenza le mie!!

Riuscirà Filippo a trovare le risposte che va cercando?
🙂

Buona notte a tutti

IMG_6615.JPG

IMG_6614.JPG

Annunci

2 pensieri su “Chintsa-Butterworth 87 km ( 1550 metri di dislivello )

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...