Mossel Bay -Wilderness – 72 km con intervista a radio Capital!

Decidiamo di lasciar perdere la sveglia, vogliamo goderci Mossel Bay.
Il nostro backpakers “park Lodge” é una chicca, tra palme, fiori esotici e verande ci godiamo una colazione da campioni decisi a camminare e fare i turisti a giro per la città, ci riuscirà lasciare le bici ferme per più di 4 ore?
Ci proviamo!
La cittá é piccolissima, si sviluppa tutta su una scogliera che scende verso il porto, é famosa come seconda località più mite al mondo, in effetti la temperatura é piacevole, c’è un sole spettacolare ma non fa troppo caldo.
Girellando scopriamo che ci sono due grandi attrazioni: l’albero del latte, famoso perché tutti i marinai che facevano le traversate oceaniche vi lasciavano le lettere da recapitare in Europa e la copia della caravella usata da De Gama.
Un pó delusi dalle attrazioni ufficiali decidiamo di addentrarci nella città e scoprirne le vere potenzialità .
Panorama mozzafiato, negozi dell’usato che sono musei veri e propri, in cui perdersi a cercare il pezzo migliore, ed una quantità di locali assolutamente sui generis gestiti da persone di una accoglienza e simpatia sconvolgente.

IMG_6161.JPG

IMG_6164.JPG

IMG_6192.JPG

IMG_6196.JPG

Dopo una ragazza che senza neanche pensarci due volte ci scrive l’elenco delle attività e dei luoghi piú interessanti dei prossimi 300 km ed un simpatico Ron che ci offre, senza neanche conoscerci, due liquori squisiti, ci imbattiamo in Wandy ed Albert sui quali dobbiamo e cogliamo spendere qualche parola in più..facciamo un passo indietro..

IMG_6193.JPG

IMG_6192-0.JPG

IMG_6191.JPG

Torniamo a prima della partenza per questa avventura, avevamo deciso che avremmo dato il nome alle nostre biciclette, così per gioco, e che lo avremmo fatto usando i nomi dei primi due sud africani che ci avrebbero aiutato spassionatamente e senza apparente motivo.
Eravamo scettici..Non pensavamo accadesse..TROVATI!!
Da oggi le nostre bici si chiameranno Wandy ed Albert.

Torniamo ad oggi..
Entriamo nel “blue shed coffee roastery”, un capannone adattato a bar, sacchi di caffe per poter scegliere direttamente i chicchi del proprio espresso, spezie, torte ed un arredamento folle tra eliche di aerei e mobili in legno, quel misto tra usato e stile industriale che sembra una accozzaglia ma in realtà se lo guardi bene é studiato nei minimi dettagli ed é una figata.
Ci avviciniamo per salutare i proporietari e dopo i convenevoli e le solite domande curiose sul nostro viaggio, Albert si alza e ci dice: quale sará la prossima tappa? L’albergo..ci penso io guarda la moglie, cenno di consenso, guarda noi, cenno di incredulitá ma di consenso (consensissimo)
Non ci crediamo
Cosa fare?
Mettersi in bici chiaramente e pedalare.
Corsa alle bici, pranzo a sacco strozzato in gola, é tardi, fa caldo, non vorremmo lasciare Mossel Bay ma possiamo perdere una occasione del genere?
70 km fatti d’un fiato..arriviamo in una baia bellissima, arriviamo davanti all’hotel, quattro stelle, increduli ed anche imbarazzati chiediamo in portineria,la sorpresa, sanno i nostri nomi e cognomi tutto pagato stanza 120, cinque minuti di silenzio incredulo.

Grazie Albert e Wandy ci fate capire che la generosità spontanea esiste, ed anche se ha lo stesso valore di un drink offerto generosamente, ci date un letto ed un incoraggiamento ammirevole e genuino che raramente si incontra nella vita.
Se mai torneremo in Mossel Bay con qualche turista verremo da voi e troveremo il modo si ringraziarvi a dovere.
Grazie con tutto il cuore vi dedichiamo con altrettanto cuore le nostre bici, che sono il nostro motore.

IMG_6165.JPG

É una giornata lunga ed intensa, tra una fase da turisti, una intervista inaspettata con radio Capital e la conoscenza di persone genuine e generose non ci resta che goderci il comodo letto e riposare le gambe, hanno fatto comunque i loro 70 km senza stop.

Per stasera salutiamo così tra l’incredulità e la felicità.

Ciao amici a domani!
Chi sa che ci aspetta..

IMG_6188.JPG

IMG_6158.JPG

IMG_6160.JPG

IMG_6182.JPG

IMG_6180.JPG

Annunci

4 pensieri su “Mossel Bay -Wilderness – 72 km con intervista a radio Capital!

  1. Ragazzi ,
    fate viaggiare un po’ anche noi !!!!! .
    La mattina quando accendo il computer al lavoro , fra le decine di e mail noiose , quando mi compare la vostra , lascio che le altre aspettino e mi guardo le foto e leggo i commenti ……. e poi vi seguo su google maps , vado a vedere i posti dive siete : bel modo di iniziare la giornata….. GRAZIE!!!!!! manola

    Liked by 1 persona

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...